fbpx

Adesioni

Reinventare l’esperienza del caffè, permettendo a milioni di persone di gustare un Espresso di alta qualità nel comfort di casa propria. Un’idea semplice e allo stesso tempo rivoluzionaria che nel 1986 ha portato alla nascita di Nespresso, pioniere nel segmento del caffè porzionato.

 

Con il semplice tocco di un pulsante, l’azienda ha portato così in tazza il frutto dei migliori chicchi di caffè del mondo in oltre 60 Paesi, garantendone l’alta qualità sin dalle origini, assicurando il benessere sociale per chiunque sia coinvolto nel processo produttivo e promuovendo una gestione ambientale responsabile.

 

 

www.nespresso.com

STRATEGIA DI SOSTENIBILITÀ

 

I fatti contano più delle parole è il principio su cui si basa l’impegno di Nespresso per creare un impatto positivo per la società e per l’ambiente, perché ogni tazzina di caffè non è solo un momento di piacere, ma anche un modo per ripristinare, reintegrare e rinvigorire le risorse dell’ambiente e delle comunità. Un obiettivo ambizioso che porterà l’azienda ad essere a emissioni zero entro il 2022. Ed è attraverso il programma The Positive Cup che Nespresso garantisce la sostenibilità in ogni fase del processo produttivo. In Italia dal 2011, il programma si è tradotto nell’iniziativa “Da Chicco a Chicco” per la raccolta e il riciclo delle capsule esauste, avviato grazie a una convenzione con CiAl, Utilitalia e CIC. Progetto che consente ogni anno di recuperare e destinare a seconda vita le capsule usate. Una volta raccolte le capsule esauste dei consumatori, i due materiali che le compongono – l’alluminio e il caffè residuo – vengono avviati a due differenti processi di recupero. L’alluminio, riciclabile al 100%, viene destinato alle fonderie e trasformato in nuovi oggetti, mentre il caffè diventa compost e viene utilizzato in una risaia in Provincia di Novara. Il riso prodotto grazie a questo concime naturale viene riacquistato da Nespresso e poi donato a Banco Alimentare della Lombardia – a cui finora sono state donate 2 milioni 954 mila porzioni di riso – e Banco Alimentare del Lazio. Un chiaro esempio di economia circolare che spiega come da un chicco di caffè possa nascere un chicco di riso.

Nespresso ha aderito a Mosaico Verde con il progetto “Le città che respirano”, che consentirà nel 2020 la riforestazione di 10.500 metri quadri stimati nei territori di Assago e Monza. Un impegno, quello di Nespresso, che non si ferma al presente ma che proseguirà fino al 2022 con un percorso lungo l’Italia fatto di ulteriori interventi di forestazione e riqualificazione di aree selezionate che contribuiranno alla creazione di nuove aree verdi urbane, alla tutela di quelle esistenti e all’arricchimento della biodiversità.

Benefici

 

I benefici degli interventi di riqualificazione previsti grazie al supporto di “Le città che respirano”, sono molteplici:

 

  • Mitigazione degli effetti generati dall’inquinamento acustico e ambientale grazie all’aumento della superficie boscata comunale con l’obiettivo di creare una barriera verde per contenere l’inquinamento.
  • Aumento della biodiversità attraverso la ricreazione di “boschi urbani” naturaliformi caratterizzati dall’uso esclusivo di specie autoctone, tipiche del luogo, al fine anche di migliorare le condizioni ambientali della città.
  • Maggiore fruibilità dalla comunità grazie ad una forte caratterizzazione sociale degli interventi con l’obiettivo di restituire alla cittadinanza locale beni ambientali riqualificati e valorizzati.
  • Sensibilizzazione dei giovani sulle tematiche legate alla conservazione e alla preservazione dell’ambiente naturale.