fbpx

Adesioni

Cassa di Risparmio di Bolzano: Prima banca in Alto Adige

 

La Cassa di Risparmio di Bolzano è una delle più importanti Casse di Risparmio indipendenti in Italia. Prima banca in Alto Adige, è presente in tutto il nord est, oltre che a Monaco di Baviera. In quanto banca tradizionale, offriamo servizi finanziari a privati e aziende attraverso una rete di oltre 100 filiali in cui operano oltre 1.200 collaboratori. Nata nel 1854, dal 1992 la Cassa di Risparmio è una società per azioni e conta oltre 26.000 soci. Azionista di maggioranza è la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

 

sparkasse.it

STRATEGIA DI SOSTENIBILITÀ

Sparkasse si è posta un obiettivo ambizioso: far incontrare il mondo del risparmio e degli investimenti con quello della sostenibilità ambientale, nasce così Sparkasse Green. Un nuovo modo di fare banca che, ottimamente, coniuga valore economico con valore ambientale. Siamo convinti che la creazione di valore ambientale generi valore economico, perché oggi sostenibilità ambientale e valore economico si presentano come due facce della stessa medaglia. Il progetto si inserisce nella più ampia strategia di sostenibilità di Sparkasse, con l’ambizione di portare il nostro “contributo green” in tutti i territori in cui siamo presenti. Vogliamo così dare vita a un percorso coerente che sappia dare risposte concrete e offrire strumenti che consentano a ognuno di dare un contributo nella sfida globale a difesa del clima, come l’opzione “ZeroCarta” per tutti i conto correnti, prestito per l’efficientamento energetico della casa, una gamma d’investimenti sostenibili ESG e, non per ultimo, noleggio di auto e scooter elettrici targati “Sparkasse Auto”. Si inserisce in questo contesto il contributo al progetto di riforestazione in tre zone nelle provincie di Bolzano, Trento e Belluno colpite dalla tempesta Vaia.

Progetti realizzati

COMUNE DI CARANO CAVALESE

L’intervento è stato realizzato in un’area di proprietà dalla Magnifica Comunità di Fiemme, situata presso il Comune di Carano Cavalese.  L’obiettivo è stato quello di ripristinare e migliorare una foresta preesistente gravemente danneggiata a seguito della tempesta Vaia di fine ottobre 2018, che ha schiatato oltre il 90% della superficie. Il progetto ha previsto una prima fase di pulizia dell’area e di sgombero degli alberi caduti e successivamente l’impianto di 1000 nuovi alberi di larice ed abete, specie scelte per aumentare il pregio ambientale e la resilienza del soprassuolo forestale.

Tipologia di area

Extra urbana

 

Alberi piantumati

1.000

 

Ettari impiegati

1

 

Specie utilizzate

Abete bianco, abete rosso, larice

COMUNE DI CORVARA IN BADIA

L’intervento è stato realizzato in un’area nel Comune di Corvara in Badia e consiste nel ripristino ecologico di una foresta gravemente danneggiata a seguito della tempesta Vaia di fine ottobre 2018, i cui venti fortissimi di scirocco caldo, soffiando tra i 100 e i 200 km/h per diverse ore, hanno provocato lo schianto di oltre il 90% della superficie. L’area scelta per  l’intervento si trova nei pressi degli impianti sciistici ai margini dell’abitato di Corvara, lungo la strada Planac e ha un’importante funzione turistico – ricreativa e paesaggistica. Il progetto ha previsto una prima fase di pulizia dell’area e di sgombero degli alberi caduti, successivamente sono stati messi a dimora alberi di larice ed abete, specie scelte per aumentare il pregio ambientale e la resilienza del soprassuolo forestale.

Tipologia di area

Extra urbana

 

Alberi piantumati

1.000

 

Ettari impiegati

3

 

Specie utilizzate

Abete bianco, abete rosso, larice, acero montano