fbpx

Con E.ON 3.000 alberi a Predazzo per ripristinare le foreste distrutte da VAIA

Grazie al sostegno di E.ON sono stati piantumati 3.000 nuovi alberi a Predazzo (TN) per ripristinare il patrimonio forestale danneggiato dalla tempesta Vaia

 

Grazie a questa iniziativa sono stati messi a dimora 3.000 alberi con l’obiettivo principale di ripristinare il patrimonio forestale danneggiato ed impoverito a causa della Tempesta Vaia, che ha colpito, nell’ottobre del 2018, il territorio del Comune trentino con una intensità tale da causare la distruzione di centinaia di migliaia di alberi.

La piantumazione rientra nell’ampio progetto di riforestazione “Boschi E.ON” che l’azienda di energia porta avanti su territorio nazionale dal 2011 e che, fino a ora, grazie al coinvolgimento di oltre 100.000 clienti che hanno deciso di sostenere il progetto, ha permesso di mettere a dimora più di 100 mila alberi in tutta Italia, facendone uno dei più rilevanti progetti di forestazione mai portati avanti da un’impresa privata.

L’intervento per il Comune di Predazzo, promosso da E.ON e fortemente voluto dall’Amministrazione locale, ha riguardato un’area localizzata nel tratto che collega il centro della città con la frazione di Bellamonte, una delle località più suggestive della Val di Fiemme.

“Ci dà grande gioia il vedere rinascere una porzione del nostro territorio forestale duramente devastata da VAIA – dichiara Giovanni Aderenti Vicesindaco e Assessore alle Foreste del Comune di Predazzo -. L’ amministrazione è grata ad E.ON per l’iniziativa di piantumazione che dimostra grande sensibilità verso le tematiche ambientali. Il bosco è, per noi, parte integrante della nostra comunità e della nostra cultura. A causa della Tempesta Vaia si era quindi aperta una profonda ferita che grazie a questo intervento in parte si è rimarginata con la ricostituzione di un patrimonio naturale di immenso valore per tutti noi”.

 

Scorpi di più su Boschi E.ON

Scarica il comunicato stampa