fbpx

Più alberi per più bambini di Mellin a Roma e nel Parco Nazionale del Vesuvio

Il progetto “Più alberi per più bambini” ha permesso negli ultimi due anni di mettere a dimora 9mila alberi – che arriveranno a 11mila con gli interventi in questi giorni al Parco Nazionale del Vesuvio e al Parco della Cellulosa di Roma.

 

Più alberi per più bambini si ispira alla filosofia della Parental Policy di Mellin, una piattaforma aziendale che supporta mamme e papà nella gestione ottimale dell’equilibrio famiglia-lavoro, e ha permesso di piantare nuovi alberi in diversi parchi e aree verdi del Paese con un obiettivo a lungo termine: lasciare ai bambini e alle famiglie un mondo più verde e accogliente.

 

Parco della Cellulosa (Rm)

L’intervento riguarda una zona di oltre 10.000 mq la cui gestione è affidata al CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria, Centro foreste e Legno) situata all’interno del Monumento Naturale Parco della Cellulosa, un’area naturale protetta istituita nel 2006. Lo scopo è ricostituire la copertura forestale con 1.000 essenze autoctone per creare un bosco adatto alle esigenze ricreative e educative dei bambini, la cui fruizione potrà essere oggetto di studi sperimentali sul benessere e sul valore pedagogico delle aree verdi in ambiente periurbano.

 

Scarica il comunicato stampa

 

Parco Nazionale del Vesuvio

L’iniziativa, prevede la messa a dimora di 1.000 giovani piante, tra alberi e arbusti, in un’area della Riserva Forestale Tirone-Alto Vesuvio, nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio. La Riserva, istituita nel 1977, è gestita dal Reparto Carabinieri Biodiversità, in convenzione con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Quello che verrà realizzato sarà un intervento dall’importante valore ambientale, in quanto ha come obiettivo principale di recuperare gli ecosistemi forestali di un’area colpita dagli incendi che hanno interessato nel 2017 il parco, danneggiando seriamente parte della vegetazione.

 

Scarica il comunicato stampa