fbpx

Piantare alberi in Italia

Con Mosaico Verde le aziende possono piantare alberi in Italia rispettando i criteri di biodiversità, specificità territoriale, sostenibilità socio economica e permanenza delle nuove aree verdi.

Codice etico

Tutti i progetti di forestazione sono progettati da AzzeroCO2, società di consulenza energetico-ambientale, che si è dotata fin dal 2007 di uno standard di verifica: il Codice Etico per i progetti di forestazione. Lo standard, nel rispetto delle normative nazionali e dei criteri internazionali stabiliti dal Protocollo di Kyoto, garantisce per ciascun progetto forestale i criteri ecologici di biodiversità e sostenibilità socio-economica del rimboschimento stesso, tra i quali:

 

  • conservazione della biodiversità grazie all’impiego di specie differenti
  • consolidamento e stabilizzazione del suolo
  • utilizzo di specie autoctone tipiche della zona geografica
  • miglioramento paesaggistico
  • fruibilità da parte delle comunità locali

Creare nuovi boschi conviene

Conviene all’ambiente per il ruolo fondamentale degli alberi nell’assorbimento delle emissioni di CO2.

Conviene alle comunità locali che possono migliorare la loro qualità della vita grazie alla fruizione dei nuovi spazi verdi e alla funzione degli alberi di mitigazione delle temperature e del rumore.

Conviene alle imprese che investono, perché oggi i servizi ecosistemici generati dai nuovi boschi possono essere quantificati in termini semplici, comprensibili e scientificamente validi.

 

Infatti, grazie ad uno studio realizzato da AzzeroCO2 e Legambiente per il Sole24ore, è possibile dare dei valori economici ai servizi offerti dalle foreste Numeri che, inseriti in un business plan, restituirebbero tempi di ritorno degli investimenti in infrastrutture verdi di 4-5 anni.

atlante_foreste_azzeroco2_legambiente

Come si svolge un progetto di forestazione

AzzeroCO2 redige il progetto forestale e il piano di manutenzione, in conformità alle norme nazionali e internazionali in materia di forestazione (Tra le quali il Dlgs 16 giugno 2005 del Ministero dell’Ambiente Linee guida di programmazione forestale e le Linee guida Good Practice Guidance for Land-Use, Land-Use Change and Forestry definite dall’IPCC nel 2003, ecc.) e selezionando le migliori pratiche forestali oggi disponibili.

Tutti i progetti redatti da AzzeroCO2 sono coerenti con i piani di forestazione degli enti nei quali ricadono e diventano parte integrante del contratto di gestione dell’area sottoscritto dalle parti. La condivisione e la contrattazione con i proprietari delle aree sono dunque elementi fondamentali per la buona riuscita del progetto e per lo svolgimento delle attività di manutenzione e di monitoraggio.

1.Pulitura area
1.Pulitura area
Ripulitura dell’area attraverso lo sminuzzamento meccanico di stoppie, residui di potatura e vegetazione infestante.
2. Aratura superficiale
2. Aratura superficiale
Taglio e rovesciamento di zolle di terreno per creare un ambiente fisico ospitale per le piante.
3.Fornitura piante
3.Fornitura piante
Acquisto presso vivai certificati e locali di piantine ben sviluppate, con un giusto rapporto altezza/diametro ed esenti da attacchi di patogeni.
4.Tracciamento filari
4.Tracciamento filari
Creazione di solchi nel terreno seguendo un andamento curvilineo per conferire all’intervento un aspetto più naturale.
5.Messa a dimora
5.Messa a dimora
Creazione di buche di 40 cm di profondità e diametro e posizionamento delle piantine con un supporto in legno o in canna di bambù e una retina di protezione.
6. Completamento lavori
6. Completamento lavori
Completamento della messa a dimora di tutte le piantine e verifica della conformità dell’intervento rispetto al progetto di forestazione.

Tutti i progetti prevedono un’attività di manutenzione che ha l’obiettivo di assicurare un corretto attecchimento delle essenze e la permanenza del bosco negli anni futuri: interventi di sfalcio e ripulitura dalle erbe infestanti, irrigazione di soccorso e risarcimento delle fallanze. Grazie all’utilizzo di specie autoctone e di piantine giovani e al programma di monitoraggio e manutenzione, è possibile assicurare una percentuale di attecchimento pari all’80%.

Dossier Albero dopo Albero

 

La peculiarità di Mosaico Verde e una raccolta di tutti gli interventi realizzati in 3 anni dalle aziende che hanno aderito, con foto e caratteristiche.
Contattaci

Scopri cosa puoi fare per raggiungere i tuoi obiettivi di sostenibilità